Celebriamo le Donne di tutto il Mondo!

Written by on March 8, 2018

Come tutti gli anni eccoci giunti alla tradizionale celebrazione della Festa Internazionale della Donna, gli auguri e le frasi di rito si moltiplicano ma ció che veramente contano non sono solo le intenzioni, sono soprattutto i fatti.

Certo leggendo i giornali come il Corriere del giorno 7 di Marzo, troviamo articoli che parlano che le donne elette in Italia occupano meno di un terzo dei posti disponibili, o si vedono video di agenti che molestano automobiliste, o si parla della moglie dell’attore Colin Firth che denuncia uno stalker, o dell’impegata che raccontava quando il capo le metteva le mani addosso e le chiedeva se era lusingata…

Se ci spostiamo di emisfero ed andiamo in Argentina ecco il Clarin che scrive che l’istituto nazionale di statistica (INDEC) ha verificato che in quattro anni si sono quadruplicati i casi di violenza verso le donne, che negli ultimi 60 giorni si sono verificati 47 femicidi, quasi uno al giorno! Non parliamo poi del tema aborto, attualmente é punito penalmente, e della riforma che sicuramente fará molto discutere l’intera opinione pubblica, problema per il quale moltissime donne richiano la vita per scegliere soluzioni clandestine che non danno garanzie per la salute della persona.

Anche negli USA si parla di donne, nel NYT si cita il caso dell’ordine imposto dall’avvocato di Trump per mettere a tacere una “star del porno” e come non ricordare le recenti proteste con gli abiti neri contro gli abusi nel mondo del cinema e dello spettacolo?

Ultimamente molte grandi imprese e multinazionali stanno sostenendo l’accesso delle donne a ruoli dirigenziali nella stessa misura dell’uomo ed é assolutamente corretto ma tornando ai fatti quali sono i numeri? Scommettiamo che siamo ancora moooolto lontani dal 50-50? Ed i salari, gli stipendi, i compensi, sono uguali a quelli degli uomini che occupano gli stessi ruoli?

Insomma la strada per riconoscere i diritti della donna e per giungere alla cosiddetta paritá o solo per difenderla da convienti e mariti  violenti, stalker ed aggressori occasionali é molto lunga, tanto per cominciare bisognerebbe mettere da parte una maledetta indifferenza adottata da chi intuisce che esiste una situazione di potenziale rischio e non denuncia per non mettersi nel mezzo (che puó costare caro ad una possibile vittima).

Anche la societá e le Leggi dovrebbero adeguarsi per non solo dissuadere, anche per prevenire e poi isolare chi ragiona solo con la violenza, é il caso di uomini condannati e poi allontanati o incarcerati che ritornano per vendicarsi, chi difende queste donne? In molti Paesi la tratta di persone é un’amara realtá per cui letteralmente spariscono ragazze e solo in pochi casi si riescono a rintracciare o riescono a scappare…

Pensando che stiamo quasi entrando nel primo ventennio del terzo millennio, non ci saremmo mai immaginati di trovare donne in situazioni similari a quelle del medioevo, quando “il signorotto locale decideva le sorti delle donne” o quando le stesse famiglie determinavano il futuro di spose-bambine… ed invece in molti luoghi questa cruda realtá ancora sussiste, come se il tempo si fosse fermato.

Non sará giunto il momento di agire sul serio e cambiare? Chi si prende seriamente l’impegno di fare crescere le nostre societá? Quando finirá questa discriminazione che purtroppo finisce anche per uccidere?

Le redazioni unite di “Italia on Air” USA, Latam ed Italia, augurano a tutte le donne del mondo una felice ricorrenza, ricordando che Donna é  sinonimo di passione, di creativitá, di sacrificio, di professionismo, di cura dei dettagli, e sinonimo di Vita!

Grazie di esistere!

 

 


Italia on Air All Music

The Best Italian Music!

Current track
TITLE
ARTIST

Background